Non vuole essere solo uno strumento utile per la didattica avanzata, intende essere prima di tutto l’occasione per ricostruire un’esistenza nella normalità, per uno sguardo positivo e propositivo sul futuro, per ridare spazio alla speranza il pannello interattivo Touch Promethean 65 Cobalt Android 8 – 20 Tocchi wi-fi di ultima generazione, donato nei giorni scorsi dal Lions Club Vescovato, in collaborazione con l’Associazione Solidarietà Onlus Distrettuale, alla Scuola primaria di San Daniele Po.

Tale strumento, utilissimo per la didattica, intende rappresentare «un valore aggiunto per i progetti scolastici – come ha dichiarato Franco Mazzini, presidente del prestigioso sodalizio – Siamo felici di aggiungere così anche un tassello importante alla storia ventennale del Lions Club Vescovato».

Breve, ma sentita la cerimonia di consegna, cui han preso parte la dottoressa Catia Magnini, dirigente dell’Istituto comprensivo di Sospiro (cui appartiene la scuola di San Daniele Po), la maestra Graziella Polenghi, una rappresentanza dei genitori ed il sindaco di Pieve d’Olmi, Attilio Paolo Zabert, oltre ad una quarantina di scolari.

In questa scuola primaria – ha osservato il presidente del Lions Club, Mazzini – «ogni giorno avviene una meravigliosa trasmissione non solo di nozioni, ma anche di umanità e di educazione: educazione alla legalità, al rispetto delle regole, allo studio consapevole e vivace, come si addice ai ragazzi della vostra generazione, capace di applicare la tecnologia al sapere».

Dal canto suo, la dottoressa Magnini ha evidenziato come il prezioso dono sia stato l’occasione anche di un’imprevista, ma proficua sinergia: essendo la lavagna multimediale donata dal Club mobile e non fissa, i genitori hanno contribuito a loro volta acquistando il carrello per il suo trasporto, cosicché tutte le classi possano comodamente fruire di questo «bene comune»: «Affinché le future generazioni possano crescere – ha affermato la dirigente dell’Istituto comprensivo – bisogna che tutti lavorino insieme». Ed è ciò che, in effetti, è accaduto.

Il sindaco Attilio Paolo Zabert ha colto l’occasione, invece, per evidenziare con orgoglio come questa scuola sia risultata sopra la media nelle prove Invalsi «e quindi mi aspetto che con questo strumento innovativo l’anno prossimo siate ancora più bravi», ha dichiarato.

Al termine della cerimonia di consegna, i ragazzi hanno declamato una bella poesia, da loro composta per ringraziare il Lions Club di Vescovato dell’utile dono, poesia trascritta anche su due cartelloni decorati, poi consegnati ai vertici del prestigioso sodalizio.

«Voi siete il nostro mondo, voi rappresentate il nostro futuro, quindi, sotto la guida esperta dei vostri insegnanti, voi saprete anche far tesoro di una della più importanti componenti della vita: la cultura», ha concluso il presidente Mazzini, affidando a questi giovani il domani della nostra società.

Lascia un commento